Imprese, aumentano le richieste di credito


Le rilevazioni del I semestre 2018 elaborate da CRIF relativamente al numero di richieste di valutazione e rivalutazione dei crediti presentate dalle imprese italiane, nell’aggregato di ditte individuali e società di capitali, hanno evidenziato una sostanziale stabilità (+0,4%) rispetto allo stesso periodo del 2017, cui si accompagna tuttavia una pesante flessione dell’importo medio richiesto (-11,6%).
Nel complesso sono state le richieste da parte delle Imprese individuali ad aver evidenziato una dinamica negativa (-0,5%) mentre le Società di capitale hanno visto, invece, una crescita pari a +0,9%.
Queste le principali evidenze emerse dall’ultima analisi effettuata da CRIF sulla base del patrimonio informativo di EURISC – il Sistema di Informazioni Creditizie, che raccoglie i dati relativi a oltre 85 milioni di posizioni creditizie, di cui oltre 9 milioni riconducibili a imprese.
Per quanto riguarda nello specifico l’Emilia-Romagna, nel I semestre 2018 il numero di richieste di valutazione e rivalutazione dei crediti da parte delle imprese è cresciuto del +7,0% rispetto al 2017, una performance ben più alta del dato rilevato a livello nazionale. Prendendo in considerazione il volume complessivo delle richieste, va sottolineato come la regione si posizioni al secondo posto nella classifica nazionale, come già anche nell’anno precedente, alle spalle solamente della Lombardia.
A livello provinciale, si osserva una crescita diffusa, seppur con intensità differenti, e solo la provincia di Bologna fa segnare una seppur lieve variazione negativa (-0,2%). Reggio Emilia, invece, ottiene la miglior performance regionale con un brillante +15,4%, davanti a Piacenza (+13,1%) e Ferrara (+11,1%).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet