Imprese, 50 milioni di euro da Unindustria-Desio per la crescita


A disposizione delle piccole e medie imprese di Bologna e provincia ci sono 30 milioni di euro per la liquidità finalizzata al rilancio degli investimenti produttivi e all’innovazione tecnologica. Ma c’è anche un plafond di 20 milioni, per anticipi all’esportazione e finanziamenti all’importazione in euro. Questa l’essenza dell’accordo firmato oggi nel capoluogo da Unindustria Bologna e Banco di Desio e della Brianza per rilanciare le pmi locali oltre la crisi. Banco Desio e Unindustria metteranno così a disposizione degli associati “competenze tecniche, capacità organizzative e risorse qualificate, fornendo un sostegno che assume ancora maggior rilevanza data la criticità dell’attuale scenario economico e finanziario”, precisano i due gruppi in una nota congiunta.

 

“Mi auguro che il plafond messo a disposizione da Banco Desio possa sostenere concretamente la crescita delle imprese bolognesi, in particolare di quelle che non riescono a trasferire il valore aggiunto delle proprie idee perché le capacità di rating non lo consentono”, commenta Daniele Salati Chiodini, vicepresidente di Unindustria Bologna con delega al Credito. “Siamo una banca profondamente attenta alle necessità delle pmi e questo accordo permetterà loro di affrontare con rinnovata fiducia le sfide imposte sullo scenario nazionale e internazionale”, aggiunge il direttore Relazioni esterne di Banco Desio Walter Longini.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet