Ima, primo semestre ricavi a 730 milioni


Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, si è riunito oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi e ha approvato i risultati del Gruppo al 30 giugno 2018.

In crescita anche il margine operativo lordo (EBITDA) ante oneri non ricorrenti salito a 94,2 milioni di euro (89,9 milioni al 30 giugno 2017), il margine operativo lordo (EBITDA) a 91,9 milioni di euro (82,2 milioni al 30 giugno 2017) e l’utile operativo (EBIT) a 69,2 milioni di euro (62,7 milioni al 30 giugno 2017). L’utile prima delle imposte è risultato in crescita a 77,8 milioni di euro (57,1 milioni al 30 giugno 2017) e l’utile del periodo a 53,1 milioni di euro (38,1 milioni al 30 giugno 2017).

Il portafoglio ordini consolidato ha raggiunto 972,8 milioni di euro, evidenziando un incremento del 10,5% rispetto agli 880,1 milioni al 30 giugno 2017, grazie alla finalizzazione di numerose trattative nelle varie aree di business del Gruppo.

Nel primo semestre 2018 gli ordini acquisiti ammontano a 828,7 milioni di euro, in aumento dell’8,4% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente.

Il Gruppo IMA chiude il primo semestre 2018 con buoni risultati in tutte le aree di business, grazie al positivo andamento delle vendite di macchine automatiche e linee complete verso i settori di riferimento.

L’indebitamento finanziario netto del Gruppo IMA al 30 giugno 2018 è risultato pari a 230,5 milioni di euro (221,8 milioni al 30 giugno 2017) al netto dell’esborso per acquisizioni pari a circa 68,4 milioni di euro.

I risultati positivi del primo semestre e l’elevata consistenza del portafoglio ordini al 30 giugno 2018, unitamente al buon andamento degli ordinativi, confermato anche nel mese di luglio, ci consentono di prevedere un esercizio in ulteriore crescita rispetto all’anno precedente.

Per l’esercizio 2018, se le condizioni attuali troveranno conferma nei prossimi mesi e con il contributo delle società neo acquisite TMC, Petroncini e Ciemme, il Gruppo IMA stima ricavi superiori a 1,6 miliardi di euro e un margine operativo lordo (EBITDA) superiore a 250 milioni di euro.

Nel commentare l’andamento del Gruppo al 30 giugno 2018, Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: “Siamo soddisfatti dei risultati del primo semestre che evidenziano una crescita dei ricavi e degli utili, accompagnata dal rafforzamento delle posizioni competitive in tutti i settori ed aree geografiche in cui operiamo. Andamento positivo anche per il portafoglio ordini consolidato, in ulteriore crescita grazie all’elevata domanda di macchine e linee complete da parte dei settori di riferimento. I risultati dei primi sei mesi confermano l’ottimo stato di salute del Gruppo e la validità degli investimenti che abbiamo effettuato sia nell’innovazione di prodotto, con una focalizzazione sul programma IMA Digital, sia in acquisizioni strategiche volte ad aumentare la gamma produttiva e il valore del Gruppo. In considerazione dei risultati semestrali e del trend positivo nell’acquisizione ordini, riteniamo di poter prevedere un 2018 in ulteriore crescita, con un EBITDA che dovrebbe essere superiore a 250 milioni di euro”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet