Ima, parte da Bolognala scalata del mercato cinese


BOLOGNA, 4 MAR. 2013 – La bolognese Ima attraverso la controllata cinese Ima Life Beijing ha completato l’acquisizione del 59% delle quote della società Shanghai Tianyan Pharmaceutical Machinery Co. Ltd, con sede a Shanghai, ottenendo l’autorizzazione da parte delle autorità cinesi. La società, nonostante la recente costituzione, è dotata di grande esperienza nella progettazione, commercializzazione ed assistenza tecnica nel settore della fornitura completa di sistemi per il riempimento, in ambiente sterile, per prodotti farmaceutici liquidi e polveri e di sistemi di lavaggio e sterilizzazione.L’operazione si è completata attraverso acquisto di quote ed aumento di capitale per complessivi 8 milioni di Rmb (circa un milione di euro). In particolare l’aumento di capitale, unitamente al supporto tecnico ed industriale di Ima – leader di mercato nel settore – permetterà alla Shanghai Tianyan di consolidare la propria presenza nel mercato di riferimento. Attraverso questa acquisizione Ima rafforza la propria presenza nel mercato cinese, caratterizzato da un forte e rapido sviluppo, continuando il percorso strategico rivolto a diventare un fornitore globale di linee complete per l’industria farmaceutica. Shanghai Tianyan ha realizzato nel 2012, primo anno di attività, un fatturato di circa 0,8 milioni di euro. Soddisfatto dell’operazione Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di Ima: "Confidiamo che, supportata dalle nostre strutture, la società sia in grado di crescere rapidamente garantendo ad Ima una nuova e significativa presenza nel settore di riferimento, previsto in forte crescita nei prossimi anni, capitalizzando le esperienze dei nostri nuovi partner".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet