Ima cede Kilianai tedeschi di Romaco


BOLOGNA, 1 LUG. 2013 – Grazie ad un accordo con il gruppo tedesco Romaco, Ima concretizza la cessione di Kilian, azienda specializzata nella produzione di macchine comprimitrici per i settori farmaceutico, chimico ed alimentare, una delle sue controllate in Germania. Il prezzo di vendita è fissato in 21 milioni di euro, che saranno corrisposti in due tranche: 17 al closing dell’operazione, condizionato al nulla osta delle autorità antitrust, il resto entro il 2014. La cessione consentirà peraltro ad Ima di ridurre l’indebitamento finanziario netto del gruppo a 30,2 milioni di euro.Kilian ha chiuso il 2012 con ricavi per circa 45 milioni di euro, un margine operativo lordo di 4,5 milioni di euro ed una posizione finanziaria netta negativa di 9,2 milioni di euro. "L’intesa odierna – spiega il numero uno di Ima Alberto Vacchi – rientra in un programma di ottimizzazione geografica delle piattaforme produttive e di sviluppo prodotto di Ima, che continuerà ad offrire macchine comprimitrici con diversa tecnologia costruite in altri stabilimenti italiani nell’ambito di un accordo di non concorrenza della durata di due anni". Si prevede che attraverso questa operazione potranno completarsi alcune attività che garantirebbero il mantenimento dei target previsti dalla spa bolognese per l’esercizio 2013. "Kilian possiede una tecnologia leader nelle macchine comprimitrici con una forte reputazione a livello mondiale nei settori pharma e food. L’acquisizione amplierà la gamma di prodotti e servizi del nostro gruppo supportando la nostra strategia di crescita", aggiunge Paulo Alexandre, ad di Romaco (gruppo controllato dal fondo di private equity Deutsche Beteiligungs).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet