Il riassetto di Edison fa sorridere Iren


28 DIC. 2011 – La Edison passa in mani francesi, il colosso Edf diventa proprietario dell’80,7% del capitale. Contemporaneamente Edipower andrà tutta agli italiani. Questa la sintesi dell’accordo preliminare per il riassetto di Edison. In pratica Edf acquisterà il 50% di Transalpina d’Energia (Tde), la holding che possiede il 61,3% di Edison, da Delmi, società che raggruppa azionisti di casa nostra, con la lombarda A2a e la emiliano-ligure Iren in testa.Poco importa se la Consob in una lettera abbia chiesto chiarimenti sull’intesa per il riassetto del gruppo di Foro Buonaparte, ai titoli in Borsa ciò non interessa. Iren ha ieri chiuso con un +2,95%, e oggi procede sulla stessa strada registrando un +2%."Siamo soddisfatti dell’accordo preliminare per il riassetto di Edison ed Edipower che garantisce il controllo del secondo operatore italiano nel settore della generazione ad A2A, Iren ed altri soggetti nazionali" ha commentato Roberto Bazzano, presidente di Iren.La compagine societaria di Edipower verrà così riformulata: Delmi acquisirà da Edf il 50% oggi in mano a Edison, e la quota del 20% della svizzera Alpiq, rispettivamente per 600 e 200 milioni di euro. La ex genco sarà quindi tutta italiana: 70% a Delmi, 20% ad A2a e 10% a Iren. Il suo rifornimento di gas sarà garantito da contratti di fornitura, a condizioni di mercato, con Edison, per il 50% del fabbisogno sui prossimi 6 anni. L’accordo dovrà ora essere approvato dai cda delle società coinvolte, al più tardi entro il 31 gennaio; la firma dei contratti definitivi dovrà arrivare per il 15 febbraio, il closing dell’operazione entro il 30 giugno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet