Il reggiano Stefano Landi eletto Imprenditore dell’anno E&Y


REGGIO EMILIA 4 DICEMBRE Sono tanti i reggiani che da quando esiste il premio "Imprenditore dell’anno" voluto da Ernst & Young (in Italia come in tutto il mondo) sono entrati tra i vincitori di categoria ma nessuno era mai risultato vincitore assoluto. E’ successo a Stefano Landi che guida la Landi Renzo (quotata in BorsaI. E’ lui l’imprenditore dell’anno 2010 e il prossimo anno rappresenterà l’Italia nella selezione mondiale per il premio Imprenditore dell’anno Global. Sono sei, in 14 edizioni, i "capitani d’impresa" nati lungo la Via Emilia che hanno vinto il premio assoluto. Una media da record per l’imprenditoria regionale. Stefano Landi è anche presidente di Confindustria Reggio Emilia. La premiazione si è a Milano, presso Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana, la Cerimonia per l’assegnazione dei riconoscimenti del Premio Ernst & Young L’Imprenditore dell’Anno 2010.Tra i sei imprenditori eccellenti, proclamati in virtù dell’impegno e dei risultati conseguiti nelle rispettive categorie di mercato, è stato premiato quale Vincitore Nazionale Stefano Landi, Presidente di Landi Renzo, gruppo di Cavriago (RE), leader mondiale nel settore dell’eco-mobility. La società progetta, produce e commercializza componenti e sistemi di alimentazione alternativi per autotrazione a GPL e metano. L’imprenditore ha ottenuto il prestigioso riconoscimento “per aver dimostrato il miglior utilizzo strategico delle opportunità e delle leve offerte dall’economia a livello nazionale ed internazionale” e rappresenterà l’Italia all’Ernst & Young World Entrepreneur Of The Year Award di Montecarlo, dove avrà l’opportunità di confrontarsi con i vincitori delle altre 50 nazioni in cui il premio è istituito,concorrendo al titolo di miglior imprenditore a livello mondiale. “Il successo di Landi Renzo S.p.A. nel mondo trova fondamento nel valore delle persone che costituiscono l’azienda, nell’aggiornamento e nella formazione costante a loro dedicata: un messaggio importante, che esplicita come i valori tradizionali del Made in Italy, insieme alla capacità d’innovare, possano fare la differenza per un gruppo imprenditoriale”, ha commentato Dante Valobra, partner di Ernst & Young. ”Per confermarsi protagonista dei mercatiinternazionali è sempre più importante porre le tecnologie e la capacità di innovazione al servizio di problematiche di interesse comune: questo fattore determinante ha indirizzato la scelta della Giuria verso l’imprenditore, che ha saputo negli anni guidare l’azienda a raggiungere un ruolo di primo piano nel settore della mobilità ecosostenibile e ad assumersi un’importante responsabilità sociale”.Oltre al riconoscimento quale miglior imprenditore a livello nazionale, Stefano Landi è stato premiato ieri sera per la categoria Master, “per aver saputo raggiungere crescita e profitti, inclusi quelli dei ‘mercati dei capitali’, tenendo però sempre in primo piano la responsabilità sociale dell’azienda, che si manifesta nello sviluppo di sistemi di alimentazione alternativi e rispettosi dell’ambiente e nella costante opera di diffusione della cultura della mobilità ecosostenibile".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet