Il primo trimestre ha i numeri della crisi per Interpump


REGGIO EMILIA, 13 MAG. 2009 – Interpump, azienda emiliana produttrice di pompe a pistoni professionali ad alta pressione, ha registrato nel primo trimestre dell’anno un fatturato di 90,8 milioni di euro, contro i 112,9 dello stesso periodo del 2008 (-19%). Lo afferma una nota del gruppo, precisando che a parità di area di consolidamento il calo è del 29%. In discesa anche l’utile netto da 10,6 milioni a 7,1 milioni del primo trimestre 2009 (-33%), così come il margine operativo lordo, ridotto da 23,3 milioni a 12,3 milioni (-47%), e il risultato operativo, arrivato a 8,4 milioni (-62% a parità di area di consolidamento). In crescita l’indebitamento, passato da 206 milioni di fine 2008 a 231 milioni."Anche Interpump – afferma una nota del gruppo – ha risentito di un calo di fatturato e di ordini" derivanti dalla crisi mondiale "cui ha reagito con azioni tese al contenimento dei costi, del capitale circolante e degli investimenti. Tali misure hanno cominciato a manifestare i loro effetti nel primo trimestre, ma potranno dare risultati più evidenti nel prosieguo dell’esercizio", conclude il comunicato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet