Il Piano Casa del governo? Non esiste


BOLOGNA, 30 GIU. 2009 – Il Piano Casa è una delle tante misure prima annunciate in pompa magna dal governo poi dimenticate in un cassetto. Lo ha ricordato oggi l’assessore regionale alla Programmazione Gian Carlo Muzzarelli: “Il vero Piano Casa del Governo ancora non c’è. Ci sono solo tre cose: un accordo del primo aprile tra Stato e Regioni che prevede responsabilità delle Regioni (queste le stiamo attuando con il progetto di legge oggi in aula); un’intesa per un decreto di semplificazione che il Governo doveva emanare dieci giorni dopo l’accordo dell’1 aprile e questo ancora non c’è; un’altra per attivare presto il tavolo nazionale sul vero Piano, quello per chi la casa ancora non ce l’ha e anche qui stiamo ancora aspettando”.Su quest’ultimo punto la pietra miliare sono ancora i 550 milioni previsti dall’allora Governo Prodi, "poi cancellati e ora ridati a metà, all’incirca (in Emilia-Romagna erano programmati 32 milioni e forse ne arriveranno 12)", ma l’assessore Muzzarelli conferma comunque tutti i provvedimenti di aiuto all’abitare, dal Fondo per l’affitto ai finanziamenti per i piani di edilizia pubblica, fino ai progetti di autocostruzione e di solidarietà tra generazioni per dare alloggio a studenti.Al Governo chiede poi di fare "un passo in più, perché confermi le agevolazioni fiscali del 55% per il miglioramento e il risparmio energetico (come per i tetti fotovoltaici, ma togliendo il tetto massimo che ne ha limitato l’applicazione) e lo estenda alla sicurezza sismica, come incentivo al miglioramento della condizione del proprio fabbricato".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet