Il Parma si arrende a una Roma da Champions


ROMA, 20 DIC 2009 – Mentre mezza Serie A è ferma sotto la neve (sono state rinviate Bologna-Atalanta, Fiorentina-Milan, Genoa-Bari e Udinese-Cagliari) all’Olimpico di Roma si gioca regolarmente, ma il primo tempo regalato da Roma e Parma non è di quelli da scaldare il pubblico infreddolito. La prima azione degna di nota è dei giallorossi e porta la firma di Mirko Vucinic che su cross di Taddei colpisce di testa in mezzo all’area ma manda alto sopra la traversa. Si fa vedere timidamente anche il Parma con un paio di incursioni sulla destra dell’attaccante bulgaro Bojinov e una botta da fuori di Dzemaili ben parata dall’estremo romanista Julio Sergio. Al 32′ giallorossi vicinissimi al vantaggio con Brighi che tutto solo in area raccoglie un assist sporcato di Taddei, l’ex Chievo e Juventus colpisce forte ma troppo centrale e il portiere del Parma Mirante respinge d’istinto. Poco dopo ci riprova Vucinic che servito vicino alla porta da un ottimo Taddei manda alto. Dopo il primo tempo avaro di emozioni nella ripresa la Roma prova a riscaldare i suoi tifosi e ci riesce subito con il centrale di difesa Burdisso che in mezzo all’area del Parma insacca una corta respinta di Amoruso. L’Olimpico esulta con la Roma in zona Champions dopo 19 mesi, mentre in campo aumenta la temperatura: Totti fresco di rinnovo a vita si fa ammonire per le proteste relative ad un fallo dell’ex compagno Panucci. Il numero 10, che ad inizio gara incassa l’omaggio della Curva Sud ‘c’e solo un capitanò e l’applauso dell’intero stadio, si fa subito perdonare con una bordata da fuori area che il portiere del Parma Mirante riesce a respingere sul palo. Il Parma prova a pareggiare con Amoruso, ma il pallonetto dell’ex Juve finisce sopra la traversa. Al 21’ del secondo tempo finisce la partita di Francesco Totti che dopo aver zoppicato ed essersi massaggiato più volte il ginocchio è costretto a tornare negli spogliatoi: per lui accertamente clinici in serata. La Roma controlla bene il vantaggio e sul finire della partita punta ad affondare il Parma: ci provano prima un volenteroso Okaka che però dopo aver sostituito Totti si infortuna e deve far spazio a Baptista, e poi De Rossi. Ma il gol del ko arriva solo allo scadere con un ritrovato Brighi bravo a mettere dentro un assist di Vucinic al termine di una azione tambureggiante dei giallorossi. Ranieri e i suoi possono così festeggiare il quarto posto in coabitazione con il Parma; sperando che il Natale giallorosso non venga rovinato da nuove brutte notizie sulle condizioni fisiche di Totti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet