Il mercato è in riserva,il Motor Show no


BOLOGNA, 21 NOV. 2012 – La scelta è stata quella di concentrare la manifestazione in 5 giorni, per non sacrificare la grande varietà di eventi e attività che la contraddistinguono da ormai 37 edizioni. Il Motor Show, che torna quest’anno dal 5 al 9 dicembre, scommette sulla sua credibilità e la sua creatività, oltre che su una massiccia presenza di pubblico già annunciata dalle prevendite. Una risposta alla crisi che ha portato il settore italiano dell’auto a perdere in cinque anni il 44 per cento di vetture immatricolate: erano due milioni e mezzo nel 2007 e saranno, se va bene, un milione e 400 cento mila a fine 2012. Ciò nonostante in Fiera a Bologna sono annunciate quasi tutte le case automobilistiche, pronte a lanciare i loro prodotti sul mercato nazionale.Il Motor Show 2012 vuol essere una vera e propria “Macchina del divertimento”. Nel programma non mancheranno spettacoli come le gare sul circuito e il tradizionale appuntamento con la dimostrazione del pit stop della Ferrari. Ospiti d’onore saranno i residenti nei comuni colpiti dal terremoto, che potranno visitare il Salone con un biglietto scontato a 10 euro. E con Electric City verrà dato ampio spazio alle auto ecologiche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet