Il km 0 di Codacons contro i rincari di frutta e verdura


BOLOGNA, 24 GIU. 2011 – Rincari record in Emilia-Romagna i prezzi di frutta e verdura: nella grande distribuzione arrivano fino al 1100%. A denunciarlo è il Codacons, che perciò nel weekend, in collaborazione con Coldiretti e Autostrade per l’Italia, porterà nuovamente frutta e verdura direttamente al consumatore. In varie aree di servizio autostradali saranno allestiti dei banchetti dove i prodotti, rigorosamente a km zero, verranno venduti a prezzi scontati del 30% rispetto ai negozi tradizionali. L’associazione dei consumatori ribadisce "le speculazioni sui prezzi e i troppi passaggi di filiera", per cui "qualcuno si arricchisce alle spalle degli agricoltori e dei consumatori, questi ultimi costretti a pagare prezzi al dettaglio sensibilmente maggiorati". E cita alcuni esempi: le melanzane che dal campo alla tavola registrano ricarichi del 1100%, lattuga e pomodori (+600%), limoni (+542%), spinaci (+497%) o arance, carciofi, cipolle e radicchio i cui rincari superano quota 300%. Fra le tratte interessate c’anche la A14, dove le aree di sosta Sillaro ovest (sabato dalle 9 alle 14), la Pioppa est e Sillaro est (domenica dalle 14 alle 19) ospiteranno il mercatino gestito direttamente dai coltivatori. Inoltre, con l’acquisto di uno o più prodotti, i consumatori avranno diritto a un caffé omaggio offerto da Autostrade.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet