Il Giro d’Italia è a Bologna, vince l’australiano Gerrans


BOLOGNA, 23 MAG, 2009 – E’ usanza per gli organizzatori del Giro d’Italia inserire ogni anno un santuario nel percorso dei corridori: nell’edizione in corso, quella del centenario, la scelta è caduta su San Luca, come era già accaduto nel 1956 e nel 1984. Si è voluto così onorare la città di Bologna, sede di arrivo della prima tappa assoluta della corsa rosa, disputata il 13 maggio 1909. Il primo a terminare l’ascesa al santuario che domina la città è stato l’australiano Simon Gerrans della Cervelo, che ha vinto per distacco la quattoricesima tappa, partita in mattinata da Campi Bisenzio, in provincia di Firenze. Gerrans ha preceduto lo svizzero Rubens Bertogliati, l’italiano Francesco Gavazzi, il russo Evgenj Petrov e l’irlandese Philip Deignan.E il Giro rimarrà in Emilia-Romagna anche per la tappa di domani, che porterà la carovana da Forlì a Faenza per un totale di 161 km: un percorso denso di salite e di discese, praticamente senza respiro dall’inizio alla fine. La prima parte si snoderà lungo la strada di fondovalle, poi comincerà la salita verso il primo Gran premio della montagna, posto sul Passo dell’Eremo, dopo 54,8 km di corsa, che verrà raggiunta dopo una breve discesa dal Valico della Peschiera. Si tratta di un Gran premio della montagna di seconda categoria, a 921 metri d’altezza. Segue una discesa tecnica lungo un falsopiano nella strada di fondovalle, che porterà al rifornimento di Casola Valsenio (km 91-94). Poi, in successione, ecco le salite del Colle Albano e del Valico La Valletta, quindi il traguardo volante di Brisighella (km 115,8). Il secondo Gran premio della montagna di giornata è posto sui 701 metri del Colle Carnevale (terza categoria, km 72,1). Seguiranno i Gran premi della montagna di Monte Casale (3/a categoria, dopo 125,3 km), a 494 metri, infine quello del Monte Trebbio (seconda categoria, dopo 135,1), a 585 metri. In quest’ultima salita, le pendenze raggiungeranno anche il 16 per cento. Seguirà la discesa che porta la carovana del Giro a Faenza. Il ritrovo di partenza è fissato a Forlì, in piazza Saffi, alle 11,35 e il via verrà dato da viale Dell’Appennino, alle 13,05, dopo il consueto incolonnamento cittadino. L’arrivo è posto a Faenza, in piazza Del Popolo, in un’ora compresa fra le 17 e le 17,30.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet