Il Fellini inserito tra i 38 scali di importanza nazionale


L’aeroporto ‘Fellini’ è stato inserito nel piano degli scali di interesse nazionale, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. “E’ una buona notizia” scrive in una nota il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, che commenta così la presenza dello scalo romagnolo tra “i 38 giudicati nodi essenziali per il Paese”. A giudizio del primo cittadino riminese, “non poteva accadere altrimenti, vista e considerata l’importanza del nostro territorio riguardo alle dinamiche turistiche e industriali nell’ambito del Nord Est del Paese. L’aeroporto risponde dunque a una precisa vocazione dell’area riminese e, esteso, di quella parte d’Italia che si affaccia sull’Adriatico. In questo senso, credo utile e opportuno continuare a seguire con il massimo dell’interesse e dell’attenzione i piani di sviluppo della nuova gestione aeroportuale del ‘Fellini’, soprattutto per quel che riguarda le relazioni e le potenziali alleanze nell’ottica dell’internazionalizzazione”. Soddisfatto per l’inserimento del ‘Fellini’ nella lista dei 38 aeroporti di rilievo nazionale, Gnassi non manca di puntualizzare, senza indicare direttamente a chi si riferisca, che il piano del Governo “è la risposta più efficace anche a qualche polemico e ciclico ‘ritorno di fiamma’ registrato nelle scorse settimane da parte di chi, con ogni evidenza, pare avere come obiettivo la sostanziale denigrazione e cancellazione dello scalo riminese. Senza pensare che in questo caso, proprio perché il ‘Fellini’ non è un orpello ma un’esigenza reale di questo territorio, non si farebbe altro che segare il ramo su cui si sta seduti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet