“Il concetto di lavoro va ripensato”


17 OTT. 2012 – La logica del muro contro muro rischia di essere un vero boomerang in un paese ancora in piena crisi, ne è convinto il presidente nazionale di Legacoop Giuliano Poletti intervenuto a Bologna in un convegno sul lavoro in cooperativa. "Oggi – spiega intervistato da Ettore Tazzioli – difendere il lavoro non significa difenderlo così com’è o così com’era nelle condizioni passate. Difendere il lavoro oggi significa interpretare le condizioni del mercato di oggi. Che certo, non può essere il far pagare al lavoro tutti i costi di una ristrutturazione, di una riorganizzazione o di una crisi, ma significa andare in contro alle esigenze che consentono alle imprese di avere quegli elementi di flessibilità, di capacità di stare in collegamento con le evoluzioni del mercato. Questa è la condizione unica e indispensabile per garantire la prospettiva di lavoro. Quelle organizzazioni che non riescono a comprendere questo fatto e continuano ad alzare muri pensando che tutto può essere difeso, fanno un errore grave perché anziché difendere il lavoro lo rendono più fragile, lo mettono a rischio. Alla fine potranno anche dire che è colpa del padrone cattivo, ma salvarsi l’anima sulla pelle di quei lavoratori che poi il lavoro lo perdono, sinceramente non mi pare una buona idea."

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet