Il Comune di Cento al fianco dei lavoratori Oerlikon


CENTO (FE), 13 GEN. 2010 – Cento va in soccorso della Oerlikon Graziano. Il futuro dell’azienda metalmeccanica ferrarese, che ha sede in paese e rischia di chiudere entro marzo, è stato oggi al centro di una seduta straordinaria del Consiglio comunale, allargata per l’occasione ai cittadini e alle istuzioni locali e nazionali. I 226 lavoratori dello stabilimento di via Ferrarese stanno vivendo in questi giorni una situazione di vera e proria emegenza. Dopo  la pausa natalizia, infatti, hanno ripreso a lavorare con turni di 100 persone, secondo l’accordo di cassa integrazione straodinaria prevista fino al 25 ottobre del 2010. Ma lo spettro della chiusura definitiva continua ad aleggiare.Hanno aperto la serie di interventi in Consiglio i rapprensentanti sindacali dei metalmeccanici Cgil Cisl e Uil. "Quello che ci preme, in questo momento, non è tanto discutere per valutare gli eventuali ammortizzatori sociali cecando di protrarli il più a lungo possibile – ha fatto sapere Samuele Lodi della Fiom di Ferrara – A noi oggi, prima di tutto, interessa che l’attività non cessi entro il primo trimestre del 2010, così come invece ci hanno chiesto".Sulla stessa lunghezza d’onda viaggia il sindaco di Cento Flavio Tuzet. "So anche di privati che sono interessati a questa azienda, noi quindi cerchiamo in tutti i modi di favorirla, in modo che non venga chiusa – ha infatti prontamente risposto – Perchè alla fine è questo che interessa: che non venga chiusa".E poco dopo all’azienda è arrivata anche la solidarietà dei senatori Maria Teresa Bertuzzi del Pd e Alberto Balboni del Pdl, presenti in Municipio. "Cancelliamo la parola chiusura – ha dichiarato Bertuzzi – contro un piano-mannaia come quello che è stato presentato". "Abbiamo il dovere di fare il possibile – ha commentato a sua volta il senatore Balboni – per trovare un accordo con l’azienda e per non disperdere un patrimonio di professionalità. Sarebbe un danno gravissimo e irreparabile per questo territorio".Al termine della seduta consiliare, all’unanimità, i consiglieri hanno presentato un documento in cui impegnano l’amministrazione comunale, insieme a Provincia e Regione, a mettere in campo iniziative per scongiurare la chiusura dello stabilimento. E questo per i lavoratori della Oerlikon rappresesnta quantomeno una speranza a cui aggrapparsi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet