Il cliente multato se la prende con la prostituta


REGGIO EMILIA, 24 AGO. 2009 – Da fine luglio chi viene sorpreso sulle strade di Reggio Emilia a contrattare una prestazione sessuale con una prostituta deve pagare 133 euro di multa. Probabilmente però il sindaco Graziano Delrio, firmando la nuova ordinanza, non aveva previsto di scatenare delle reazioni simili a quella che ha avuto per protagonista un automobilista che ieri sera si è visto consegnare il verbale. Dopo aver ricevuto la sanzione, l’uomo è infatti tornato sui suoi passi e ha aggredito la lucciola con cui aveva intenzione di intrattenersi, ritenendola responsabile di quella contravvenzione. Con il risultato che adesso, oltre a dover pagare l’ammenda, rischia anche di essere denunciato per lesioni.Tra l’altro anche la prostituta, prima di essere assalita dall’uomo, era stata sanzionata dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Reggio Emilia per adescamento, come prevede un vecchio articolo della legge Merlin che punisce con sanzioni pecuniarie chi, "in luogo pubblico o aperto al pubblico, invita al libertinaggio in modo scandaloso o molesto". Con lei sono finite nei guai altre due ragazze dell’Est Europa, beccate dai militari di pattuglia sulla tangenziale verso Parma e lungo le strade che costeggiano la via Emilia, tra Pieve e Cella. I loro clienti però, dopo essere stati multati, hanno pensato bene di non fare storie e di tornarsene a casa con la coda tra le gambe.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet