Il Buy ER parla russoe diventa maggiorenne


BOLOGNA, 24 APR. 2013 – Sono più di cento i tour operator che hanno partecipato a Bologna alla diciottesima edizione del Buy Emilia Romagna. Luogo per eccellenza della promozione e commercializzazione dell’offerta territoriale, la Borsa regionale del turismo promossa da Confcommercio con Apt Servizi ed Enit diventa maggiorenne in un momento difficile, ma in cui il sistema emiliano-romagnolo sembra tenere. L’offerta turistica emiliano-romagnola scommette come sempre su un patrimonio che comprende città d’arte, mare, Appennino e terme e su forti brand ed eccellenze come la Motorvalley, l’enogastronomia, i siti Unesco e il wellness. Una proposta sperimentata dai buyer nel corso di 18 educational tour organizzati in tutta la regione con un obiettivo ben preciso.Quest’anno il Buy Emilia-Romagna ha voluto dedicare un focus proprio al mercato russo, secondo ormai solo a quello tedesco e non più limitato alla Riviera e al periodo estivo. In un’indagine condotta da Iscom Group per conto della Regione si traccia un preciso identikit del turista che attraversa gli Urali attratto dall’offerta emiliano-romagnola.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet