Il Bologna è salvo, Zanetti è il nuovo patron


BOLOGNA, 19 DIC 2010 – Ora è ufficiale: il Bologna Calcio passa di proprietà alla cordata guidata dal patron di Segafredo Massimo Zanetti, che ne diventerà anche presidente. A darne l’annuncio con una nota è stata Intermedia, la società d’intermediazione finanziaria guidata dall’ex Unipol Giovanni Consorte. La nota porta la firma dello stesso Consorte e di Zanetti. Si tratta dell’epilogo di una penosa vicenda che ha visto la gloriosa società calcistica felsinea sull’orlo del fallimento. Dopo mille inutili resistenze, Sergio Porcedda ha dunque alzato bandiera bianca. Il patron sardo era subentrato alla presidenza di Francesca Menarini nell’estate scorsa, e aveva entusiasmato la città con una campagna acquisti tutto sommato buona. Soltanto in autunno si è scoperto però che quegli acquisti erano stati condotti con i soldi della precedente gestione, e che il presidente non aveva sborsato un euro, non soltanto per il mercato, ma neanche per il passaggio di proprietà e, ancor più grave, per gli stipendi dei giocatori e il pagamento delle tasse.Incapace di fornire garanzie finanziarie adeguate, a Porcedda erano state rifiutate in serie diverse fidejussioni bancarie, con il risultato di portare la società a un passo dal fallimento, con debiti diffusi verso i propri dipendenti, verso lo stato e verso vari creditori esterni.Messo alle strette dall’opinione pubblica e dai soci di minoranza del Bologna, quegli stessi Menarini che si erano improvvidamente fidati di lui, Porcedda ha cercato in tutti i modi di rimanere in sella, anche dialogando unilateralmente con un compratore a lui gradito (il patron della Virtus Claudio Sabbatini). Tutto inutile: con il passaggio di proprietà annunciato oggi, Porcedda e Menarini si sono finalmente fatti da parte, a favore di Zanetti. Della vecchia gestione rimarrà il ricordo di sei mesi orribili, indolciti soltanto da buone prestazioni dei giocatori. E rimarranno, ovviamente, anche i punti di penalizzazione, uno già comminato e altri due in arrivo per il mancato pagamento di tasse e stipendi.IL COMUNICATO UFFICIALE – "In data odierna, alle ore 13.50, dopo una lunga e complicata trattativa, relativa al salvataggio e rilancio del Bologna F. C. 1909, è stato raggiunto l’accordo per il passaggio di proprietà del Bologna F. C. 1909 alla società ‘Bologna 2010’. La trattativa è stata condotta da Intermedia Finance, per conto del ‘Comitato Bologna 2010’, con la proprietà del Bologna F.C. 1909 nelle persone del signor Sergio Porcedda (ASF) e Renzo Menarini (Cogei)"."Nei prossimi giorni – continua il comunicato – verranno formalizzati tutti gli atti di carattere contrattuale, amministrativo e finanziario, da parte del ‘Comitato Bologna 2010’ per rendere esecutivo l’accordo stesso. Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato e contribuito con grande impegno al successo dell’operazione".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet