Il biologico si fabbrica in Emilia-Romagna


BOLOGNA, 13 SET. 2011 – Sono oltre 2.400 le imprese agricole operanti nel settore biologico in Emilia-Romagna; e a queste bisogna aggiungere numerose altre aziende di trasformazione e importazione. Il quadro è emerso a margine dei lavori del Sana, il Salone del Naturale che si è svolto a Bologna dall’8 all’11 settembre.
In tutt’Italia, al 31 dicembre 2010, le aziende attive nel settore dell’agricoltura biologica erano 47.663, di cui 38.769 produttori esclusivi, 5.592 preparatori, 3.218 le aziende che effettuano sia attività di produzione che di trasformazione; 44 importatori esclusivi; 220 importatori che effettuano anche attività di produzione o trasformazione. La maggior presenza di aziende agricole biologiche è in Sicilia, seguita dalla Calabria.Per quanto riguarda il numero delle aziende di trasformazione impegnate nel settore, la leadership spetta all’Emilia Romagna seguita da Veneto e Lombardia. "Queste cifre fanno del settore biologico una realtà produttiva sempre più estesa e consolidata", ha commentato a margine del Sana il presidente della sezione economica regionale Agricoltura Biologica di Confagricoltura Emilia-Romagna, Paolo Parisini.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet