Il Banco popolare rispetta i ratio chiesti dalla Bce


In data 25 febbraio la Banca Centrale Europea (BCE) ha comunicato al Banco Popolare la propria definitiva decisione riguardante i ratio patrimoniali minimi che il Banco è tenuto a rispettare in via continuativa. La decisione trae origine dall’art. 16 (2) (a) della Regulation EU n. 1024 del 15 ottobre 2013 che attribuisce alla BCE il potere di richiedere alle banche vigilate di mantenere un ammontare di fondi propri superiore ai requisiti patrimoniali minimi stabiliti dalla normativa vigente. I livelli minimi richiesti dall’Organo di Vigilanza sono pari al 9,4% in termini di Common Equity Tier 1 ratio (CET1 ratio) e al 10,5% in termini di Total Capital Ratio. L’attuale livello dei fondi propri consente al Banco Popolare di rispettare ampiamente la richiesta dell’Organo di Vigilanza, scrive la banca in una nota, sia avendo a riferimento le regole di calcolo oggi applicabili nel cosiddetto periodo transitorio, sia considerando le regole che dovranno essere utilizzate a regime. Si rammenta che al 31 dicembre 2014 il CET1 ratio risulta pari all’11,9%. Il Total capital ratio è invece pari al 14,6%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet