Il 5 gennaio partono i saldi, alte le attese


©TrcMODENA, 3 GEN. 2013 – Partono sabato i saldi invernali, che dureranno fino al 5 marzo. L’inizio di un periodo di speranza per molti commercianti, che dopo il non troppo roseo andamento dei consumi del periodo natalizio, sperano possano dare loro respiro. Tra i settori particolarmente colpiti l’abbigliamento, con un calo del 15%. Peggio la gioielleria, in particolare ori e preziosi che registrano un tracollo pari al 40%. Meglio, ma sempre con il segno meno, la vendita di elettrodomestici a -8%, dei libri pari a -4% e l’alimentare con un -2%. L’attesa per i saldi dunque è alta. Quanto ad aspettative i commercianti si prevedono una fiammata di vendite meno forte nei primi giorni, ma una tenuta più lunga. Ma è difficile fare previsioni. Da Confesercenti sono cauti, perché i saldi – dicono – si dovranno confrontare con crisi, sisma e nuove tasse, che riducono la capacità di spesa dei cittadini. E per i consumatori alcuni consigli: sul prodotto in saldo deve essere riportato il prezzo d’origine, la percentuale di sconto e il prezzo finale; diffidare degli esercizi che applicano sconti esorbitanti, e conservare lo scontrino per il cambio di merce difettosa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet