Il 1° maggio in regione, fra lavoro, feste e polemiche


29 APR. 2011 – Preceduto dalle polemiche sulle celebrazioni separate e sull’apertura dei negozi, il Primo Maggio è ormai imminente e quest’anno, sull’onda delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, Cgil, Cisl e Uil hanno di organizzare la festa nazionale unitaria a Marsala. Il paese siciliano, teatro dello sbarco dei mille l’11 maggio del 1860, farà da sfondo agli interventi dei tre segretari generali Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, ispirati dallo slogan scelto per l’occasione: “Il lavoro per unire il paese”. Ma anche in Emilia-Romagna sono in programma molte iniziative incentrate su lavoro, diritti, immigrazione, solidarietà, unità nazionale e difesa della Costituzione. Ecco le principali:BOLOGNA – La Cgil territoriale, protagonista dello strappo più clamoroso con gli altri sindacati, ha adottato la parola d’ordine “1° maggio primavera della democrazia”, che rilancia il suggestivo slogan del 1 maggio 1946 e caratterizza la giornata. In piazza Maggiore, dalle ore 10, le lezioni magistrali di Rossana Rossanda e del prof Carlo Galli sul tema “Lavoro e Costituzione: una centralità da riconquistare”, con un messaggio video dello scrittore Andrea Camilleri e la presentazione da parte del segretario generale della Camera del lavoro Danilo Gruppi. Nel pomeriggio animazione per bambini e dalle 20 in poi musica e teatro, in particolare con lo spettacolo “Italiani” di Ivano Marescotti (ore 21), dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia. Per tutto il giorno, nell’adiacente piazza Nettuno, esposizioni e banchetti delle associazioni di volontariato e delle Comunità etniche.MODENA – Cgil, Cisl e Uil – in questo caso assieme – si ritrovano in piazza Grande alle ore 10 per il comizio di Francesco Falcone, segretario generale Cisl provinciale. Verso le 11 concerto hip-hop e rap di Frankie HI-NRG MC. Alle ore 16 in piazza XX Settembre, nell’ambito delle manifestazioni per l’unità d’Italia, conferenza-spettacolo curata dal professor Emilio Franzina dell’università di Verona: "Esuli, profughi, rifugiati e (in una parola) migranti: 150 anni di migrazioni dall’Italia e in Italia". Altre manifestazioni a Sassuolo (appuntamento in piazza Garibaldi, dove alle 11 parlerà il segretario generale Cgil Modena Donato Pivanti), Castelfranco (ore 9,30 corteo da piazza Aldo Moro fino a piazza della Vittoria dove alle 11 interviene il segretario generale Uil provinciale Luigi Tollari), Mirandola, Carpi, Finale Emilia, San Possidonio, Vignola, Pavullo e Soliera.REGGIO EMILIA – Alle ore 15 manifestazione provinciale di Cgil, Cisl e Uil con corteo da viale Montegrappa a piazza della Vittoria, dove intervengono Moni Ovadia e alcuni delegati e delegate; alle 17, nella stessa piazza, concerto di Mauro Pagani. Altre manifestazioni unitarie a Castelnuovo Monti e San Polo.PARMA – Alle 9,30 concentramento a Barriera D’Azeglio per il corteo unitario, che alle 10 renderà omaggio al monumento al Partigiano per concludersi in piazza Garibaldi con gli interventi del segretario Cisl Parma Aldo Gennari e di Patrizia Maestri, segretaria generale Cgil provinciale. Altre manifestazioni unitarie a Langhirano, Fidenza, Fornovo, Salsomaggiore, Fontanellato, San Secondo, Collecchio, S. Polo, Traversetolo, Sorbolo, Colorno, Borgotaro. La Cgil di Parma, su iniziativa del “Gruppo giovani”, organizza inoltre il “Concerto del 1° Maggio alla Fattoria di Vigheffio”: una iniziativa particolare dedicata soprattutto alle nuove generazioni, in continuità con le campagne Cgil “Giovani non + disposti a tutto” e “Il nostro tempo è adesso”. A partire dalle 15 si gioca, si ascolta musica alternata alle testimonianze di ragazzi e ragazze di associazioni come Libera, Udu, Anpi.PIACENZA – La manifestazione prevede alle 8,30 l’omaggio al monumento ai Caduti sul lavoro e alle 9,30 un corteo da piazzale Genova fino a piazza Cavalli, dove parleranno i dirigenti provinciali di Cgil, Cisl e Uil. Manifestazione unitaria anche a Monticelli D’Ongina, dove il corteo renderà omaggio ai caduti partigiani di tutte le guerre e ai caduti sul lavoro e confluirà al giardino del comune per il comizio conclusivo.FERRARA – La novità di quest’anno è il Primo Maggio della Cgil alle Vallette di Ostellato: gara di pesca, pranzo all’aperto e nel pomeriggio un breve dibattito con il segretario generale della Camera del lavoro territoriale Giuliano Guietti e con Daniele Civolani dell’Anpi. Sempre domenica, a Ferrara città, "Biciclettata in rosso". Altre iniziative ad Argenta, Comacchio, Bondeno, Cento, Copparo, Ostellato, Massafiscaglia, Masi Torello, Mesola, Migliaro, Portomaggiore, Poggiorenatico, Ro, Tresigallo.RAVENNA – Le celebrazioni di Cgil, Cisl e Uil, all’insegna dei 150 anni di unità d’Italia, si svolgono ai giardini pubblici di Viale Santi Baldini fin dal mattino con la distribuzione del garofano rosso; alle 15 spettacolo musicale e alle 16 intervento del segretario generale Uil provinciale Riberto Neri. A Faenza dalle 9 in piazza del Popolo distribuzione garofano, musica popolare e alle 10,15 comizio del segretario regionale Cisl Giorgio Graziani a nome delle tre confederazioni. A Lugo mattinata al Largo della Repubblica con la sesta edizione di “Un altro mercato è possibile”, iniziativa di solidarietà con la presenza di associazioni equo solidali e con spettacolo musicale. Feste unitarie anche a Conselice, Lavezzola e San Patrizio.FORLI’- “La storia siamo noi” è lo slogan scelto da Cgil, Cisl e Uil provinciali per questo 1° maggio: si parte in piazza Saffi con la tradizionale mattinata sportiva, poi la giornata prosegue tra spettacoli e musica; alle 16 comizio dei tre sindacati, cui seguirà l’intervento sull’unità d’Italia del sindaco di Forlì, lo storico Roberto Balzani. Altre iniziative unitarie a Castrocaro, Rocca S. Casciano, Meldola, Forlimpopoli, Modigliana, Portico-San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Bertinoro, Santa Sofia, Galeata, Civitella, Cusercoli.CESENA – In piazza del Popolo mattinata sportiva, esposizione di carri agricoli e moto d’epoca. A 14,30 intervento di un rappresentante di Cgil, Cisl e Uil, poi spettacolo musicale.RIMINI – La Festa del Lavoro verrà celebrata unitariamente da Cgil, Cisl e Uil con una manifestazione all’Arco d’Augusto, ore 10, dove interverranno i rappresentanti delle tre confederazioni regionali. In serata, alle ore 21.00, la Cgil propone un proprio appuntamento al Cinema Teatro Tiberio di San Giuliano di Rimini per la prima proiezione (“Giorni e nuvole” di Silvio Soldini, ingresso gratuito) della rassegna cinematografica che è ormai una tradizione.IMOLA – Alle 10,15 in piazza Matteotti concerto della Banda Città di Imola seguito dagli interventi dei segretari generali territoriali di Cgil (Elisabetta Marchetti), Cisl (Danilo Francesconi) e Uil (Paolo Liverani). A Castel San Pietro ore 10.15 ritrovo in piazza Martiri per il corteo fino a piazza XX Settembre, dove suonerà la Banda e alle 11 parleranno i dirigenti di Cgil, Cisl e Uil.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet