Ieg sospende quotazione, sindaco chiede confronto


Sul percorso verso la Borsa di Italian Exhibition Group – la società nata dalla fusione delle fiere di Rimini e Vicenza che ieri ha annunciato la sospensione dalla quotazione – “visto che il tema ha riguardato in ogni sua fase il consiglio comunale, riteniamo giusto e corretto accogliere le richieste dei presidenti di Commissione in ordine a una audizione e a un confronto dei consiglieri con il management di Ieg alla luce degli ultimi sviluppi”. E’ quanto scrivono, in una nota, il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi e dell’assessore alle Partecipate, Gianluca Brasini. Tra le partecipate dell’Amministrazione riminese, Rimini Congressi che controlla la fiera romagnola. “Proprio perché il processo di ingresso in Borsa è stato sempre trasparente, dichiarato e con atti discussi nell’assise consiliare – osservano – è necessario conoscere tutti gli aspetti e i dettagli che hanno portato alla decisione da parte di Ieg di sospendere il percorso di collocamento, dovuto alle gravi difficoltà attuali del mercato borsistico italiano. Va ribadito – concludono Gnassi e Brasini – che proprio in Consiglio comunale si è costantemente sottolineato come questo percorso si sarebbe compiuto solo attraverso un andamento positivo di Borsa e mercato, ora in balia di una profonda congiuntura negativa”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet