Ieg; da Borsa Italiana via libera a quotazione


Italian Exhibition Group, la società nata dalla fusione tra la Fiera di Rimini e quella di
Vicenza, ha ottenuto da Borsa Italiana il provvedimento di ammissione alla quotazione. Lo comunica la stessa Ieg che presenterà, entro la giornata di domani, la domanda di
ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni sul segmento Star di Piazza Affari.
Il flottante richiesto ai fini della quotazione, viene spiegato, sarà ottenuto attraverso un collocamento istituzionale riservato ad investitori qualificati in Italia e istituzionali esteri e non è prevista alcuna offerta al pubblico indistinto in Italia e in qualsiasi altro Paese. Le azioni oggetto dell’offerta arriveranno, rispettivamente, da un aumento di capitale deliberato dall’assemblea
straordinaria della società lo scorso 17 ottobre e dalla vendita di titoli da parte di Rimini Congressi e di Salini Impregilo. È prevista inoltre la concessione ad Intermonte e ad Equita – coordinatori dell’offerta – di un’opzione per la sottoscrizione di una tranche riservata
dell’aumento di capitale, che potrà essere esercitata, in tutto o in parte, fino a 30 giorni dopo l’avvio delle negoziazioni in Piazza Affari. La società e gli azionisti venditori assumeranno nei
confronti dei coordinatori dell’offerta impegni di ‘lock-up’ (vincolo a non vendere azioni, ndr) fino a 180 giorni dall’avvio delle negoziazioni. Gli azionisti venditori assumeranno tali
impegni anche nei confronti della società, mentre alcuni azionisti di minoranza, rappresentanti complessivamente il 27,82% del capitale, hanno assunto analoghi impegni nei confronti della società e dei coordinatori dell’offerta. Il prezzo di offerta delle azioni sarà determinato con il
meccanismo dello ‘open price’, ossia deciso dalla Società e dagli azionisti venditori, d’intesa con i coordinatori dell’Offerta al termine del periodo di raccolta degli ordini.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet