Ice: l’export emiliano romagnolo a +4,3%


Numeri positivi, nel 2014, per l’export emiliano-romagnolo. E’ quanto emerge dal 29esimo rapporto annuale sul commercio estero dell’Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, secondo cui le esportazioni regionali hanno fatto segnare un incremento del 4,3%, per un valore complessivo che ha raggiunto i 53 miliardi di euro. La quota dell’Emilia-Romagna sul totale dell’export italiano, viene evidenziato nello studio, “è cresciuta di tre decimi di punto, il miglior risultato tra tutte le regioni italiane, attestandosi sul 13,5%”, tanto che si conferma la terza maggiore regione di provenienza delle esportazioni italiane, ormai a ridosso della seconda, cioè il Veneto. In questo contesto sono cresciute anche le importazioni del 5,4%, per un valore totale che ha superato i 30 miliardi di euro. “I dati sui prime tre mesi del 2015 – commentato in una nota il direttore dell’Ice, Roberto Luongo – confermano la crescita delle esportazioni dell’Emilia-Romagna anche per l’anno in corso. Le esportazioni sono infatti risultate in crescita del 3,7% rispetto al periodo corrispondente dell’anno precedente. I settori trainanti sono stati l’automotive (+16,3%), in continua espansione, e i prodotti alimentari (+6,3%), ai quali si aggiunge anche la meccanica (+2,3%), con un valore complessivo che supera i 3,7 miliardi di vendite nel solo trimestre”. Nel 2014, considerando il dettaglio geografico della destinazione delle merci provenienti dall’Emilia-Romagna, si riscontra un aumento delle esportazioni della regione in tutti i primi dieci mercati di sbocco, fatta eccezione per la Russia (-12,2%). Quanto ai mercati europei spiccano i risultati della Germania (+7,8%), primo sbocco della regione, del Regno Unito (+7,3%) e della Spagna (+13,2%). Tra i principali mercati extra-europei, si segnalano gli Stati Uniti (+11,8%), il terzo mercato per la regione con un valore che supera i 5 miliardi di euro, e il mercato cinese (+11,2%). Quanto ai comparti brillano l’automotive (+11,2%), trainato dall’export di autoveicoli (+18,3%) che ha registrato un totale di vendite all’estero di circa 3,6 miliardi; il sistema moda (+3,6%) e articoli in pelle (+7,5%); il comparto dei materiali da costruzione in terracotta che ha visto aumentare le esportazioni del 6,3% per un valore complessivo di circa 3,3 miliardi di euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet