I tagli alla polizia milione per milione


31 MAG. 2011 – Con i tagli di bilancio "mancano le risorse per fronteggiare le emergenze straordinarie dell’immigrazione, dell’ordine pubblico e della prevenzione terroristica". L’allarme arriva da Enzo Marco Letizia, segretario nazionale dell’associazione dei Funzionari di Polizia, che oggi hanno protestato, di fronte alle Prefetture ed alle Questure, insieme ai sindacati SIAP, SILP CGIL e COISP per denunciare gli effetti negativi dei tagli sull’operatività della polizia."La mannaia – spiega Letizia – ha sottratto al fitto dei locali di polizia 68 milioni, allo straordinario 25 milioni, all’accasermamento per l’Ordine Pubblico 12 milioni, alle missioni interne 6 milioni, alle missioni all’estero 3 milioni, al rimpatrio degli extracomunitari 2 milioni, al contrasto alla pedopernografia 2 milioni, al funzionamento del D.I.A. 3 milioni, alla manutenzione dei locali 16 milioni, alla prevenzione e al contrasto della criminalità ed al potenziamento della sicurezza degli aeroporti, stazione ferroviarie, in piena allerta terrorismo, 8 milioni, alla manutenzione degli automezzi 40 milioni, ai pentiti 16 milioni, all’acquisto degli automezzi 14 milioni, sono cifre crude che non hanno bisogno di alcun commento". Secondo Letizia, inoltre, "i tagli per lo straordinario, in particolare, riducono sensibilmente la capacità di azione, sono un milione e trecento le ore di straordinario disponibili ogni mese che equivalgono a diecimila poliziotti che corrispondono esattamente alla carenza organica della Polizia di Stato. Quindi quelle ore sono appena sufficienti a soddisfare la domanda ordinaria di sicurezza dei cittadini"."Ci domandiamo – conclude – che fine hanno fatto i milioni di euro che dovevano provenire dal Fondo Unico Giustizia e dalla confisca dei beni, che, a dire del Governo, valgono circa 20 miliardi di euro. Ci vuole una svolta coraggiosa: il Tesoro si tenga tutti i beni sequestrati e confiscati alle mafie ma ridia il miliardo di euro sottratto alla sicurezza sulla spesa corrente".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet