I soci di Zanetti: “Avanti anche senza di lui”


BOLOGNA, 22 GEN. 2011 – I piccoli soci di Bologna 2010 non mollano. Si dicono "dispiaciuti" per le dimissioni di Massimo Zanetti e Luca Baraldi, ma sono intenzionati ad andare avanti, con o senza mister Segafredo. Gli azionisti, che insieme detengono circa il 60% dell’azienda che controlla il Bologna calcio, hanno spiegato con una nota la decisione che ha portato alla nomina pro tempore di Marco Pavignani alla presidenza e di Americo Romano come amministratore delegato. "I soci di Bologna 2010 – si legge nel testo – sono profondamente dispiaciuti nell’apprendere che Massimo Zanetti, Luca Baraldi e Stefano Trombetti abbiano rassegnato irrevocabilmente le loro dimissioni alla vigilia dell’assemblea e del Cda della società, indetti per il 24 gennaio, già condivisi e programmati da tempo. Non si intende entrare nel merito delle divergenze ed ambiguità cui fa riferimento il comunicato del presidente – prosegue la nota -, si ritiene però doveroso dare risposte immediate di continuità al progetto avviato per il Bologna F.C. 1909". Lunedì l’assemblea ratificherà le nomine di Pavignani e Romano, i quali, si precisa, "hanno dato la propria disponibilità ad assumere immediatamente l’incarico pro tempore, in attesa della definizione dell’assetto societario definitivo del Bologna, che si completerà al termine degli aumenti di capitale previsti. La rapida decisione dei soci – concludono i piccoli soci – ha confermato la validità del progetto e l’esigenza di procedere senza indugi".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet