I primi quarant’annidelle Conserve della Nonna


RAVARINO (MO), 5 FEB. 2013 – Quarant’anni all’insegna di tradizione, passione, impegno e innovazione. “Le Conserve della Nonna”, brand del Gruppo Fini s.p.a., festeggia l’importante traguardo rinnovando ancora una volta la propria mission. Nato nel 1973 a Ravarino, nel verde della campagna modenese, il marchio oggi produce una ricca linea di prodotti, dal dolce al salato, con lo stesso spirito di allora, ricercando un’altissima qualità e selezionando le migliori materie prime.Quattro, dunque, le parole d’orbine. Tradizione, per la vocazione agricola dell’area in cui si trova la sua sede, nel cuore dell’Emilia, un territorio ricco di valori legati alla terra, ai suoi frutti e all’operosità delle persone che li coltivano. Passione, per un’alimentazione sana, gustosa, naturale, genuina ed equilibrata che si fa portavoce di benessere e conquista tutta la famiglia. Impegno, per la volontà di offrire prodotti di qualit‡ superiore, sicuri, realizzati ancor oggi “come una volta”. Innovazione, per i continui investimenti nelle tecnologie e nella ricerca, per offrire specialità garantite, al passo con i desideri del consumatore, ma sempre nell’ottica del rispetto della genuinit‡ e della naturalità. La realtà de “Le Conserve della Nonna” si concretizza in un assortimento di prodotti vario e per ogni occasione: dalle passate, ai sughi, ai vegetali, ai legumi, alle confetture, utilizzate anche nei più recenti “prodotti da forno”, fragranti crostate di Albicocche, di Amarene, di Prugna, di Fichi e Noci, golose e perfette per tutta la famiglia, in ogni momento della giornata.A completare la gamma, la linea bio, che garantisce ai consumatori più esigenti il gusto della migliore tradizione gastronomica italiana unito ai migliori ingredienti provenienti da coltivazioni biologiche controllate. La produzione Ë regolata sulla stagionalità di frutta e verdura, i conservanti e i coloranti sono vietati, nel rispetto delle pi_ severe norme in materia.Di primaria importanza per l’azienda, accanto ai valori fondamentali del brand è il rispetto per l’ambiente. Così se le materie prime, meticolosamente selezionate, provenienti dalle zone limitrofe, sono raccolte e lavorate in tempi brevissimi, entro 24 ore, a garanzia di freschezza e di un sapore “d’altri tempi”, la coscienza “ecologica” de “Le Conserve della Nonna” si concretizza anche nella scelta dell’utilizzo di energia pulita. Lo stabilimento di Ravarino è infatti dotato di impianti fotovoltaici in grado di coprire la quasi totalità del fabbisogno energetico della struttura e con una produzione annua netta di 733.126 kWh ha raggiunto l’importante traguardo di una riduzione di ben 465.535 kg emissioni di CO2 nell’atmosfera.“Le Conserve della Nonna” riserva inoltre un’attenzione costante e privilegiata al mercato estero, in particolare all’Europa e all’America del nord, dove sta conquistando sempre maggiori consensi. Per questo l’Azienda investe notevoli sforzi nello studio di nuove ricette e di proposte inedite che, restando fedeli alla tradizione gastronomica italiana, di cui si fanno anfitrioni, incontrino i gusti e l’approvazione dei consumatori d’oltreconfine.Tra le novità di quest’anno, il rinnovo della gamma dei vegetali, che arriva dopo quello delle confetture e dei sughi avvenuto nel 2012. La linea si dividerà in ricette ‘Classiche’ e ‘Speciali’, queste ultime con una forte connotazione locale, tutte prodotte con artigianalità e semplicità, secondo lo stile di “Le Conserve della Nonna”. Continua quindi il percorso intrapreso dal marchio per andare incontro a un consumatore che cambia e ai moderni nuclei famigliari in termini di forte attenzione alla gamma, in un’ottica sia qualitativa che di formati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet