I numeri di Credem


Credem ha registrato nel 2017 un utile netto in crescita del 41,4% a 186,5 milioni dopo aver spesato 19,8 milioni, al lordo dell’effetto fiscale, per i contributi ai fondi di salvataggio. La proposta preliminare di dividendo è pari a 0,20 euro, in crescita del 33% sul 2016.
Il CET1 Ratio si attesta a 13,32%, circa 6 punti percentuali al di sopra del livello minimo assegnato da Bce per il 2018 pari a 7,375%, il rapporto crediti problematici lordi su impieghi lordi è al 5,2%, in linea con la media europea e rispetto all’11,9% delle banche significative italiane. Nel corso nell’anno il gruppo ha avuto oltre 100 mila nuovi clienti e una raccolta complessiva da clientela cresciuta a 67 miliardi (+4,1 miliardi in valore assoluto). I prestiti a clienti sono aumentati del 4,4% a 24,7 miliardi. “I risultati raggiunti quest’anno sono effettivamente eccezionali, sia guardando alla decisa crescita di tutti gli aggregati economici e patrimoniali, sia considerando il continuo sviluppo del Gruppo”, ha commentato Nazzareno Gregori, direttore generale di Credem.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet