I mille volti di Festareggio


© TELEREGGIOREGGIO EMILIA, 18 AGO. 2010 – Dal segreteraio nazionale Pierluigi Bersani, al presidente della Regione Vasco Errani, al capogruppo Pd alla Camera, Dario Franceschini, a Walter Veltroni, a Enrico Letta, a Piero Fassino per finire con Rosy Bindi. Dopo una pausa estiva che non c’è mai stata la politica si dà appuntamento a Festa Reggio, che si inaugura giovedì 19 agosto all’aeroporto.Un festa che "abbiamo ricercato e abbiamo voluto, compatibilmente con le disponibilità – spiega Roberto Ferrari segretario provinciale Pd -, per dare la possibilità ai reggiani di affrontare questa caldissima estate politica offrendo loro di ascoltare dalla viva voce dei maggiori rappresentanti del nostro partito".Ma l’appuntamento del Partito democratico comprende altri cento aspetti, a partire dal programma culturale. Una panoramica di libri, pensieri, idee: dal Boss Bruce Springsteen, ad altri boss che muovono i misteri irrisolti di questo Paese. Dai versi di Flavio Oreglio alla satira di Vauro, al berlusconario, tutte le gaffe del Presidente, all’Italia di Pasolini e Moravia paragonata a quella di Maria De Filippi e Alfonso Signorini.Quest’anno Festareggio, terza edizione con questo nome, ma una tradizione infinita alle spalle di volontari e di passione, è anche festa Nazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione. Un mondo più in crisi degli altri, ma ricco di possibilità. Tutti i giorni se ne approfondirà un aspetto. Festareggio, poi, ritorna sui suoi cavalli di battaglia: il cibo, con i tredici ristoranti aperti e una novità: "Sarà nostra ospite per una sera, a prenotazione, – ci spiega il coordinatore di Festareggio Luca Bosi – la nazionale dei cuochi che ha vinto anche un importante titolo europeo di recente".E gli spettacoli, tutti gratuiti, dei Baustelle, Paolo Rossi, Samuele Bersani, Enrico Bertolino, Neffa, Giuseppe Giacobazzi. Infine non è una novità ma una certezza, i mille volontari che si adoperano in tutto e per tutto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet