I giovani del Pd: “Provvedimenti eccessivi e diseducativi, meglio l’impegno sociale”


Riteniamo che i provvedimenti sospensivi a carico degli studenti che si sono resi protagonisti della occupazione dell’Istituto Matilde di Canossa siano eccessivi. Mettere a rischio l’anno scolastico di alcuni ragazzi per una manifestazione di questo tipo, crediamo vada contro ad una logica educativa e formativa che la scuola deve attuare. Indubbiamente questo va a ricaderepiù sulle famiglie che sui ragazzi stessi che sarebbe meglio coinvolgere in un percorso di impegno sociale per la scuola e la sua comunità.Questa azione però, che andava condivisa con la maggioranza deglistudenti della scuola con i quali andavano definite forme e contenuti, non può farci chiudere gli occhi sulle ragioni della protesta, in particolare l’opposizione ad una riforma che demolisce il sistema scolastico pubblico.Una legge figlia di una strategia di governo che evidentemente vuole cittadini futuri sempre più ignoranti, manipolabili ed incapaci di difendere i propri diritti.Federico Montanari Segretario Provinciale Giovani DemocraticiFulvio Costi Segretario Cittadino Giovani Democratici

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet