I gioielli del Drake come opere d’arte moderna


©Trc-TelemodenaMODENA, 9 MAR. 2012 – Giallo, come il colore della città di Modena, lo stesso scelto da Enzo Ferrari come sfondo del Cavallino, il marchio dell’azienda che porta il suo nome. E viola, come il colore della firma del Drake. Il mito, la leggenda, la tradizione, la fede, l’uomo nato per vincere è tornato a casa, nella sua casa, nella sua officina, accanto alle quali oggi sorge il Museo a lui dedicato.E proprio come una mano aperta, la moderna e futuristica Galleria a forma di cofano d’auto abbraccia la Casa Natale, in un perfetto connubio tra tradizione e modernità. Da un lato il passato, custodito nel luogo, ora restaurato e conservato nella sua struttura originaria, dove Enzo Ferrari nacque nel 1898. Dall’altro il futuro, con quell’innovativo cofano in alluminio giallo, nuovo tratto distintivo della città.Diciotto milioni di euro di investimento, una superficie complessiva di circa 5000 metri quadrati il Museo comprende, oltre alla parte espositiva, un’aula didattica, una saletta per le proiezioni cinematografiche, uno store ed una caffetteria. In mostra, come fossero opere d’arte su piedistalli in quell’ampio e continuo spazio bianco, le automobili che più rappresentano l’espressione dei grandi marchi italiani, patrimonio di collezioni e musei internazionali di grande prestigio.Uno spazio moderno e multimediale dove respirare la storia, ideale completamento dei luoghi legati ai miti dei motori e della Ferrari in particolar modo. “Se lo puoi sognare, lo puoi fare” e quel sogno oggi si è avverato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet