Herambiente si aggiudica bonifica a Chioggia


Realizzare importanti opere di bonifica nella zona del porto di Chioggia e riqualificare l’area per riportarla a nuova vita. Con questo impegno un’associazione temporanea d’imprese (Ati) guidata da Herambiente, società del Gruppo Hera e primo operatore nazionale nel settore del trattamento dei rifiuti, si è aggiudicata una gara d’appalto per la riqualificazione di aree strategiche collegate a questo importante scalo marittimo. La gara, del valore di 28,5 milioni di euro, è stata indetta da A.S.Po Azienda Speciale del Porto di Chioggia di proprietà della Camera di Commercio di Venezia Rovigo. Dell’Ati fanno parte, come partner tecnici, CGX Costruzioni Generali Xodo Srl, Idea Srl e Rossi Renzo Costruzioni Srl, tutte aziende del territorio veneto.
Il contratto d’appalto, che dà il via all’inizio dei lavori, è stato firmato questa mattina da Damaso Zanardo, presidente di A.S.Po, e Andrea Ramonda, Amministratore Delegato di Herambiente.

In particolare, i lavori inizieranno nel 2019 e porteranno a una riqualificazione generale di alcune aree del terminal fluvio marittimo in Val da Rio di Chioggia. Da un lato, si procederà alla bonifica di un’area di 6 ettari che dal 1961 al 1984 è stata adibita a discarica per i rifiuti solidi prodotti nel comune di Chioggia. Si tratta di un intervento strategico per la zona in quanto l’appalto, in coerenza con i principi dell’economia circolare che vedono il Gruppo Hera impegnato su più fronti, prevede anche il recupero del materiale inerte, pari all’80% dei rifiuti totali, che sarà impiegato per realizzare alcune banchine del porto, incrementando così la sostenibilità complessiva dell’intervento.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet