Hera: piano 2017-2021, investimenti per 290 milioni nel Bolognese


Investimenti, nel Bolognese per 290 milioni di euro destinati a “crescita, efficienza,
eccellenza, con un sempre maggiore focus su innovazione e agilità”. E’ quanto contenuto nel piano industriale al 2021 di Hera, presentato oggi dai vertici della multiutility ai sindaci
dei comuni bolognesi. Un piano, si legge in una nota, che prevede entro il 2021,
complessivamente, quasi 2,9 miliardi di investimenti: circa 290
milioni solo sul territorio di Bologna. Nei quindici anni dalla nascita del gruppo Hera l’azienda ha investito circa 5,5 miliardi di euro nei territori serviti, di questi circa 850
milioni sono stati destinati a Bologna. Nel 2017, inoltre, le attività della multiutility hanno generato una ricchezza distribuita agli stakeholder bolognesi di circa 330 milioni,
ripartiti tra lavoratori, azionisti, fornitori locali e Pubblica Amministrazione. Guardando proprio al territorio bolognese gli investimenti nell’arco di tempo 2017-2021 saranno dedicati per 128 milioni al servizio idrico (reti, fognature, depurazione), 102 milioni al settore gas e teleriscaldamento e 58 milioni all’ambiente.  Tre i principali progetti previsti al 2021: il completamento
dell’impianto per la produzione di biometano a Sant’Agata Bolognese, per un investimento di 16,5 milioni di euro previsti per gli anni 2018-2021, su un totale del progetto di oltre 30 milioni di euro; l’intervento di bonifica del torrente Aposa per 4,3 milioni di euro e l’estensione della rete di teleriscaldamento per nuovi clienti in zona San Giacomo per 0,6 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet