Hera e pompieri, un protocollo emergenze


Se si rompe un tubo del gas, per non dire se un territorio si allaga o se la terra trema, sul posto arrivano per primi i pompieri, poi i tecnici delle multiutility. Per questo Hera e i Vigili del fuoco dell’Emilia-Romagna hanno definito un protocollo quinquennale per fronteggiare assieme e meglio le emergenze. Più in dettaglio, gli obiettivi sono migliore capacità di coordinamento a fronte di emergenze, un’assistenza ai cittadini più efficace, una maggiore sicurezza per gli operatori. E’ un “accordo che nasce anche dalla necessità di migliorare la prevenzione nelle attività di protezione civile di fronte ai significativi mutamenti ambientali a cui è sottoposto il territorio, come ad esempio la progressiva antropizzazione, i cambiamenti climatici o, al contrario, l’abbandono di porzioni consistenti di territorio nelle aree rurali. Tutti fattori che possono aumentare la fragilità delle infrastrutture sotterranee e i rischi connessi a loro danni”, spiegano la multiutility e i pompieri in una nota congiunta. L’accordo è quinquennale e prevede diverse attività congiunte per condividere modalità di intervento e gestione emergenze in caso di incidenti dovuti, ad esempio, da guasti o perdite sulla rete di distribuzione gas o idrica, incendi o alluvioni. Specie per quelle situazioni che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Verrà quindi definito un modello comune di esercitazione per emergenze da applicare nelle sedi e negli impianti di Hera; si farà un esame congiunto di reti e impianti gas; pompieri ed Hera si scambieranno indicazioni operative, conoscenze su strumenti e tecnologie; si strutturerà un modello di gestione delle emergenze in piccoli spazi, cioè con accessi e uscite ristrette come serbatoi e recipienti, fogne e tombini, sotterranei, cisterne interrate e silos. Per sostenere l’attuazione di tutto questo sarà creato un gruppo di lavoro misto con due membri di Hera e due dei Vigili del fuoco. L’idea di questo accordo – spiega in una nota Roberto Barilli, direttore generale operation Hera – “nasce nell”ambito delle iniziative messe in campo in questi anni dal nostro Gruppo a favore della sicurezza dei propri operatori e dei cittadini serviti”. Il protocollo “rappresenta un punto di partenza per una proficua collaborazione, per il continuo miglioramento delle procedure operative nei variegati scenari”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet