Gruppo Marchesini, ricavi a + 11%


Si è chiuso un fatturato consolidato pari a 247 milioni, con un aumento dell’11% sui 222 milioni dell’anno precedente, l’esercizio 2014 del Gruppo Marchesini, gruppo bolognese che si occupa di impianti per il packaging per le industrie farmaceutiche e cosmetiche. L’anno da poco trascorso, si legge in una nota dell’azienda, ha fatto segnare una raccolta ordini, quota 217 milioni in rialzo del 15% rispetto ai 189 milioni di due anni fa. Tra gli investimenti annunciati nel 2014 quello in Corima, società del gruppo specializzata nella progettazione di macchine per il packaging di farmaci usati nella cura delle malattie oncologiche – il cui stabilimento verrà ingrandito (gli attuali 6.000 metri quadri diventeranno 10.000 grazie a un investimento di 3,5 milioni di euro che permetterà di affiancare ai 100 dipendenti altri 50 collaboratori) e quello relativo allo stabilimento di Carpi, dove si trova la divisione che si occupa di produzione di macchine per i blister e termoformatura profonda: i lavori porteranno alla nascita del più grande polo italiano di termoformatura di 12.000 metri quadri con un investimento pari a 15 milioni di euro. “Siamo molto soddisfatti – ha detto l’amministratore delegato del gruppo e presidente di Confindustria Emilia-Romagna, Maurizio Marchesini – perché le previsioni di crescita che avevamo per il 2014 si sono avverate e perché anche le prospettive future si dimostrano piuttosto solide. La paura, soprattutto in momenti storici come quello in cui stiamo vivendo, può bloccare un imprenditore; le risposte sono l’esplorazione di nuovi mercati e – conclude – l’investimento sulle persone, sulla loro crescita personale e professionale: queste le sfide a cui vogliamo essere pronti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet