Il gruppo Celli cresce all’estero


Con 400 dipendenti e sei stabilimenti produttivi, il gruppo Celli di San Giovanni in Marignano (Rimini) è uno dei leader mondiali nel settore dei macchinari per l’erogazione di bevande. Lo dimostrano i brand internazionali che hanno scelto l’azienda nata in Valconca come partner: dalla Coca Cola alla Pepsi, da Heineken a Carlsberg fino a Pininfarina, che ha curato il design di una spillatrice targata Jupiler. In pochi anni una società a conduzione familiare si è trasformata in una multinazionale in miniatura, che nel 2017 punta a raggiungere il traguardo dei 100 milioni di fatturato. “Oggi il 70% dei nostri fatturati – spiega l’amministratore delegato Mauro Gallavotti – proviene dall’estero. Il gruppo è presente in 100 Paesi ed è in continua crescita”. Nel maggio scorso il gruppo ha acquisito, tramite la controllata inglese ADS2, il 100% del capitale della britannica Ltd, famosa per i suoi sistemi di spillatura tradizionale a pompa. Celli si è imposta anche nel mercato dei soft drinks e dell’acqua potabile, inglobando nel 2016 l’italiana Cosmetal e avviando la produzione di case dell’acqua. Il WaterBar, vincitore di riconoscimenti europei, è un distributore di ultima generazione che permette di scegliere tra diversi livelli di gassatura dell’acqua, aggiungendo sali minerali, integratori e aromi, ma c’è anche la colonnina elettronica realizzata in sinergia con Coca Cola Asia che permette il pagamento della bevanda attraverso un’app del telefono o delle apposite tessere, o i distributori intelligenti, dotati di interfaccia grafica e già presenti anche in Italia.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet