Green economy, largo al festival del distretto


©Trc-Telemodena19 LUG. 2011 – La capitale mondiale della ceramica ora vuole diventare capitale della green economy. La piastrella valley raccoglie la sfida della difesa ambientale e lancia il festival della Green Economy del distretto. Si sono messi tutti assieme per questa idea: tutti i comuni della sponda modenese e reggiana del Secchia, tutte le associazioni imprenditoriali (oltre a Confindustria ceramica, Acimac e colorifici, camera di commercio), la Regione, la Provincia. Un gioco di squadra per un festival che si terrà dal 6 al 9 ottobre a Fiorano e punta a diventare un evento di risonanza internazionale per tutte le pratiche green, cioè come produrre materiali non inquinanti, abbattendo l’impatto sull’ambiente, riducendo i consumi, costruendo abitazioni migliori.La ceramica da industria pesante e industria green? Su questo punta il festival, che ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Architettura sostenibile, nuove tecnologie, ricerca sui materiali. Dieci mostre, nove convegni, visite guidate e anche una casa ecologica. Esperti dal mondo della ricerca, delle imprese e da dieci università. Per quattro giorni i riflettori saranno puntati su tutte le idee e le buone pratiche per un nuovo modo di produrre e per nuovi prodotti per le costruzioni.Non è una sfida per il futuro, ma per l’oggi del distretto ceramico. In ballo non c’è solo la riduzione dell’inquinamento, ma la leadership mondiale della qualità che oggi si gioca anche su risparmio energetico, sicurezza dei prodotto, prestazioni ambientali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet