Grecia: “In caso di insolvenza il contagio è inevitabile”


©Trc-TelemodenaMODENA, 29 APR. 2010 – Pronto un piano da 120 miliardi di euro messo a punto da Unione europea e Fondo monetario per scongiurare l’insolvenza della Grecia. Dai default delle banche americane ora si rischia di passare al crack di uno Stato sovrano. Ma quali sarebbero le conseguenze del fallimento della Grecia? Lo abbiamo chiesto ad Antonio Ribba, docente di politica economica alla facoltà Marco Biagi di Modena."Speriamo non si arrivi all’insolvenza della Grecia – ha detto il professore – Io credo che sia possibile se non probabile, alla luce delle ultime notizie, che questo non accada, perchè c’è un impegno dei paesi europei, dell’Unione monetaria e del Fondo monetario a sostenere il Paese. Se però si doesse arrivare a questo, è chiaro che le conseguenze sarebbero importanti per la Grecia stessa, per i sacrifici ulteriori a cui dovrebbero sottoporsi i cittadini greci e per le conseguenze sull’economia europea e mondiale. Perchè è evidente che in caso di insolvenza della Grecia ci sarebbe un inevitabile contagio, cioè i problemi si riverserebbero sugli altri paesi: di certo quelli ad alto debito e ad alto deficit come Portogallo e Spagna, che già sembrano essere toccati, ma anche l’Italia non sarebbe al sicuro".Quali sarebbero le ricadute sull’Euro?"Si sta già osservando un indebolimento dell’Euro nel tasso di cambio rispetto al Dollaro e alle altre monete. Questo non è necessariamente negativo se il deprezzamento è moderato, perchè può aiutare le esportazioni e quindi le imprese europee. Invece, in caso di insolvenza di uno Stato sovrano, ci sarebbe il rischio di un crollo dell’Euro e più in generale il rischio di un crollo dell’Unione monetaria".Quali invece gli effetti su quei risparmiatori che, magari anche incosapevolmente, hanno acquisatato dei titoli coinvolti in qualche modo con la crisi greca?"Le esperienze di insolvenza di Stati sovrani dicono che putroppo anche i piccoli risparmiatori – quindi non è un problema solo di grande speculazione – sono colpiti. Chi ha sottoscritto titoli greci, attraverso fondi di investimento o attraverso intermediare, sarebbe chiaramente colpito. Ci sarebbe una sospensione nel pagamento degli interessi, ed è a rischio anche la restituzione del capitale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet