Grave infortunio all’Amadori, operaio travolto dall’esplosione di una cisterna


CESENA, 3 FEB. 2010 – Una dinamica ancora da ricostruire quella del grave incidente sul lavoro accaduto nella notte all’azienda avicola Amadori di San Vittore a Cesena. Secondo le prime ricostruzioni, l’elettricista Giovanni Prati avrebbe sbattuto la testa dopo essere stato sbalzato a terra dall’esplosione di una cisterna d’acqua. A fare cedere la struttura del contenitore probabilmente è stato il gelo che avrebbe fatto ghiacciare l’acqua al suo interno.Prati, assunto da Avi.Cop un paio di anni fa, vive con i genitori a Cesena. Ha riportato un trauma cranico e, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Bufalini, è in pericolo di vita. L’esplosione è avvenuta in una piccola stanza dove viene effettuata la demineralizzazione delle acque, nel reparto del ‘rendering’ dove vengono lavorati gli scarti degli animali. Nella stessa stanza c’era anche il caposquadra della manutenzione, che è invece rimasto illeso e che ha subito chiamato il 118.Successivamente sono intervenuti anche i rappresentanti sindacali dei lavoratori, per incontrare i dirigenti dell’azienda. "Siamo increduli e profondamente addolorati per quello che é avvenuto questa notte – ha commentato Giampaolo Zauli, direttore della produzione dello stabilimento – Stiamo cercando di capire la dinamica dell’incidente. La nostra preoccupazione è rivolta al collega e ci auguriamo che possa riprendersi al più presto".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet