Grande Unipol. Pressing sull’operazione ma titoli in picchiata


4 APR. 2012 – Giornata movimentata a Piazza Affari per i titoli legati al progetto di salvataggio di Fondiaria Sai. Ieri i vertici di Mediobanca e quelli di Unicredit si sono riuniti per ribadire l’appoggio al progetto cosiddetto "Grande Unipol". Gli istituti di piazzetta Cuccia e piazza Cordusio sono i due maggiori creditori delle società della famiglia Ligresti. All’ordine del giorno dell’incontro ci sarebbe stato, come riporta oggi il Sole 24 Ore, il tema delle indagini della Procura di Milano sulle operazioni dei Ligresti che sanno tanto di conflitto di interessi. Presenti alla riunione c’erano Alberto Nagel e Renato Pagliaro (ad e presidente di Mediobanca) e Federico Ghizzoni (amministratore delegato di Unicredit) oltre a Clemente Rebecchini (responsabile partecipazioni di Piazzetta Cuccia).In attesa che l’Isvap dia il via libera al piano di salvataggio e la Consob si pronunci sull’esenzione di Unipol dall’obbligo di Opa, fra i titoli coinvolti dalla partita finanziaria si è salvato solo Premafin, che ha chiuso a +1,24. Male è andata FonSai (-6%) e molto male Unipol (-9,47%). Discesa più moderata per Milano Assicurazioni (-2,12).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet