Grande festa per l’ultima fatica letteraria di “Mo pensa te”


MODENA, 28 GEN. 2010 – "Mo pensa te" si fa in tre, perlomeno sul versante editoriale. Forte del successo della popolare trasmissione di Trc-Telemodena, che ogni giorno celebra Modena e il suo dialetto, è infatti appena uscito il libro "Mo Pensa Te. Perchè a Modena si dice così, terzo volume". E per presentarlo, il suo conduttore Andrea Barbi organizzerà una serata al "Baluardo della Cittadella" in piazza Giovani di Tien An Men 1 per presentarlo. L’appuntamento è per lunedì 1 febbraio alle 20.30 e l’ingresso sarà gratutito.Tutti sono invitati all’evento, che Andrea definisce "una bella festa perfetta per tutte le età, perchi vuole una serata sicuramente interessante, divertente, diversa dal solito". Sarà offerto un buffet e al termine della serata tutti potranno partecipare al brindisi che celebrerà l’uscita la terza puntata di quella che sta diventando una vera e propria collana da tramandare ai modenesi di domani. Un grande vanto per questa trasmissione diventata ormai un brand, che ha dato il nome anche a una fortunata collezione di figurine edita da Giochi Preziosi."Mo pensa te” nasce nell’autunno del 2004 come rubrica interna ai cosiddetti “Tg d’area” di Trc-Telemodena, i notiziari dedicati alle diverse zone della provincia. Andrea Barbi, per un paio d’anni, è andato a caccia dei nomi più curiosi delle decine di frazioni e località che caratterizzano il territorio modenese. Con il suo inseparabile coccodrillo ha intervistato residenti e passanti alla ricerca delle radici semantiche di nomi che sono parte integrante della nostra storia locale.Poi, visto il successo e l’interesse suscitato nei telespettatori, la rubrica si è trasformata in una trasmissione autonoma, in onda tutti i giorni alle 13.45, 19.15 e 07.15. E da sempre incentrata sulla conoscenza della tradizione geminiana: dallo “spigozzare” al mitico “bensone”, passando per alcuni dei luoghi simbolo della modenesità come la “preda ringadora” e la “Bonissima”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet