Granarolo rileva il 25% di European Foods


Granarolo rileva il 25% del distributore di Made in Italy neozelandese European Foods. Lo annuncia il gruppo bolognese controllato dal Consorzio Granlatte. L’accordo prevede l’opzione di salire al 51% entro 12-18 mesi. Con questa operazione salgono a 56 i paesi raggiunti dal gruppo. Il mercato dei formaggi italiani in Nuova Zelanda vale oltre 5 milioni di euro e in Oceania 33 milioni, di cui oltre il 50% costituito da parmigiano reggiano e grana padano. L’operazione è stata realizzata tramite la controllata Granarolo International. European foods è un importatore e distributore di prodotti alimentari italiani in Nuova Zelanda (sede ad Auckland) attraverso canali retail e di foodservice. Ad oggi ha un fatturato di oltre 6 milioni di euro. “La Nuova Zelanda è un paese molto interessante, un mercato in solida crescita con consumatori che hanno elevata capacità di spesa e predilezione per i prodotti Made in Italy di qualità – ha dichiarato il presidente Granarolo, Gianpiero Calzolari -. L’operazione consentirà inoltre di ampliare il nostro raggio d’azione anche all’Australia così come ai paesi del Sud est asiatico con i quali la Nuova Zelanda vanta accordi di libero scambio”. L’operazione si inserisce nel piano strategico 2012-2016 che, attraverso un percorso di internazionalizzazione, ha l’obiettivo di raggiungere il 40% dei ricavi realizzato sui mercati esteri. L’attesa da European Foods è il raddoppio di fatturato entro il 2018.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet