Granarolo raddoppiai dividendi, utile a +31,7%


BOLOGNA, 17 APR. 2012 – Buone notizie in casa Granarolo. Ricavi consolidati a 848,6 milioni e in crescita del 7,9% sui 789,9 del 2010; Ebitda a 61,1 contro 64,3; Ebit a 32,8 su 31,9; risultato netto a 12,9, +31,7% su 9,8; posizione finanziaria netta in miglioramento a 118,4 milioni, erano 144,5. Sono i dati principali del progetto di bilancio al 31 dicembre 2011 approvato dal Consiglio di Amministrazione della spa bolognese e che sarà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti il 12 maggio con la proposta di destinare l’utile di esercizio a riserva legale per 882.545 euro, riserva straordinaria per 10.768.353, dividendi per 6 milioni, più che raddoppiati rispetto all’anno prima. "Nonostante il contesto economico globale estremamente sfidante il Gruppo archivia il 2011 con risultati che ancora una volta testimoniano la capacità di presidio del mercato che ci vede primo produttore di latte fresco, secondo produttore di latte Uht e formaggi freschi e terzo operatore nel segmento degli yogurt – ha commentato Gianpiero Calzolari, presidente del Cda – Abbiamo varato un Piano strategico 2012-2016 che prevede crescita dimensionale sia per linee interne che esterne. Puntando su innovazione, qualità e italianità dei nostri prodotti cercheremo opportunità di crescita esterna in aree a valore aggiunto in particolare nel caseario sulla scia dell’ acquisizione di Lat Bri perfezionata già lo scorso febbraio".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet