Gli appuntamenti in Emilia-Romagna per la libertà di stampa


CONSELICE (RA), 1 LUG. 2010 – Non solo piazza Navona. Oltre alla manifestazione nazionale indetta a Roma dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana tante altre città hanno aderito all’appello per la libertà di stampa e di informazione. Un pieno di adesioni è atteso per la Notte Bianca organizzata a Conselice, comune in provincia di Ravenna. Una manifestazione lanciata dall’Fnsi assieme ai partigiani dell’Anpi e in collaborazione con l’amministrazione locale. L’inizio è per le ore 20 nella piazza centrale, di fianco all’unico monumento in Italia dedicato alla libertà di stampa. Un’oggetto di bronzo metà macchina da scrivere e metà ciclostile scolpito nel 2006 in memoria dei partigiani e delle staffette che permisero di continuare ad informare liberamente nel periodo in cui l’Italia era travolta dalla seconda guerra mondiale. Sul palco allestito a Conselice si alterneranno interventi e spettacoli. Verrà letta una selezioni di articoli di giornale che non avrebbero visto la pubblicazione se la legge-bavaglio fosse già stata in vigore. Tra i pezzi che verranno letti anche alcuni relativi al caso Delbono. In programma anche un intervento da parte dei giornalisti precari del Coordinamento dei freelance dell’Emilia-Romagna. Per raggiungere la manifestazione da Bologna si può approfittare di un pullman in partenza alle 19e30 dall’autostazione.Un forte No alla legge-bavaglio si udirà anche a Modena dove il Popolo Viola ha organizzato un presidio al Giardino Ducale, ritrovo ore 19e30. Mentre a Parma sempre il Popolo Viola ha in programma un corteo con partenza alle ore 20 da piazza Garibaldi e conclusione della manifestazione nel piazzale della Pace.In piazza Navona tra i primi a intervenire sul palco ci sarà Patrizia Aldrovandi, mamma di Federico il ragazzo di Ferrara picchiato a morte da alcuni poliziotti una sera di settembre di cinque anni fa. Patrizia, che è autrice di un blog che ha raccontato tutta la storia del processo per la morte del figlio, era presente anche a una manifestazione contro il ddl intercettazioni che si è tenuta a Ferrara lo scorso 11 giugno. Prima di Patrizia Aldrovandi sul palco di Roma sarà Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, a parlare di un’altro caso del tutto simile a quello di Federico. Il giornalista Andrea Purgatori, invece, parlerà della strage di Ustica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet