Gli albergatori della costa si preparano al test pasquale


in collaborazione con Teleromagna10 APR. 2009 – Moderato ottimismo, ma solo nelle prossime ore si potrà fare un quadro più esatto della situazione. E’ questa la posizione degli albergatori della costa romagnola per quanto riguarda l’imminente ponte pasquale, che non solo rappresenta l’inizio della stagione 2009, ma è atteso anche con particolare apprensione come significativo test su quello che potrebbe essere, alla luce della crisi, l’andamento del mercato delle prossime vacanze estive. Naturalmente un peso decisivo lo avranno anche le condizioni meteo: se la pasqua 2009 godrà di sole e cielo azzurro, la corsa verso il mare e la prima tintarella sarà notevole, altrimenti, con cielo coperto e magari la pioggia, saranno in molti a stare a casa. Al momento, come si diceva, c’è abbastanza ottimismo, specialmente a Cesenatico, dove le prenotazioni al momento assicurano una percentuale di riempimento degli alberghi aperti pari in certi casi anche al 90%. Nella zona cervese si attendono invece le prenotazioni dell’ultimo minuto prima di abbozzare un bilancio, mentre nel riminese le prenotazioni al momento coprono circa il 40% delle camere disponibili, ma c’è da tenere conto del maggior numero di alberghi aperti. Una situazione che sicuramente favorisce il turismo last minute, dato che il vacanziere indirizzato verso la riviera Romagnola sa per esperienza che, a differenza di altre zone balneari italiane, qui troverà posto anche senza prenotare e solamente dopo aver saputo che tempo farà.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet