Giro d’Italia, Belletti vince nella sua Cesenatico


CESENATICO (FC), 21 MAG. 2010 – "Io abito a 5 chilometri da Cesenatico, quindi questa è la tappa di casa. Ho voluto fortemente essere qua, anche se nei giorni scorso ho avuto due brutte cadute e un problema alle ginocchia". I sacrifici di Manuel Belletti, corridore della Colnago al suo primo Giro d’Italia, sono stati ampiamente ripagati in questo pomeriggio che ricorderà per tutta la vita. E’ lui infatti il vincitore della tredicesima tappa della corsa rosa, una tirata di 223 chilometri da Porto Recanati al comune romagnolo. Una frazione impegnativa, con due salite dure nel finale: il Colle di Perticara e il Colle del Barbotto, dove domenica prossima passerà anche la "9 Colli", alla sua quarantesima edizione. Sul traguardo di Cesenatico, Belletti ha regolato in volata un gruppetto di nove corridori, precedendo il neozelandese Greg Henderson e lo spagnolo Iban Mayoz. La sua è la seconda vittoria italiana dopo quella di ieri di Filippo Pozzato. Anche se il leader della gara rimane l’australiano Richie Porte, della Saxo Bank, che conserva la maglia rosa.Oggi però tutti i riflettori erano per Manuel, salito sul podio con le lacrime agli occhi davanti ai suoi tifosi. "Finora è stata veramente dura perchè si va molto forte, più di quello che mi aspettavo – aveva dichiarato stamattina prima della partenza – Però ho raccolto un quarto posto a Ferrara e un po’ di piazzamenti nelle volate. Vediamo oggi: se riuscissi a raccogliere qualcosa in casa sarebbe il massimo". Alla fine ce l’ha fatta, proprio nella tappa più importante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet