Giovani imprenditori: non toccate il jobs act


L’Italia ha il coraggio di investire sui giovani imprenditori? E’ una delle domande che i giovani imprenditori del Nordest, riuniti per il loro 31° meeting nell’auditorium del Credem, hanno posto alle forze politiche che siedono nel nuovo parlamento.

C’è la necessità di riportare in Italia i talenti che hanno dovuto emigrare, bisogna continuare nello sviluppo dell’innovazione e nella capacità di stare al passo coi tempi. Il presidente nazionale dei giovani industriali, Alessio Rossi, ha chiesto al nuovo Parlamento di non toccare il Jobs Act e di insistere nelle riforme che potrebbero consentire alle imprese di essere competitive a livello internazionale.

Per Reggio Emilia ospitare l’assise dei giovani industriali significa ribadire il ruolo centrale dell’imprenditoria di casa nostra, come ha confermato il presidente dei giovani industriali reggiani, Enrico Giuliani: “La giornata di oggi è un segno forte di come le imprese del nostro territorio sappiano interpretare i bisogni e le attese di tanti giovani che credono nell’imprenditoria e nel fare anche in tempi difficili come questi”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet