Giornate agricole, si parla di ambiente


Il Palazzo dei Pio di Carpi sarà la cornice d’eccezione del terzo appuntamento con le Giornate Agricole Modenesi, in programma sabato 10 maggio a partire dalle 10.30. “Ambiente: cosa vuol dire nel 2014?” sarà il tema del’evento, che avrà tra gli ospiti il ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti e il presidente di Confagricoltura nazionale Mario Guidi.

 

La giornata comincerà alle ore 10.30 con l’apertura affidata alla presidente di Confagricoltura Modena Eugenia Bergamaschi, seguiranno gli interventi di Paolo Mantovi, ricercatore Fondazione CRPA studi ricerche, sul tema “Tecnologie per l’ambiente nelle aziende agricole di domani” e Donato Rotundo, direttore area ambiente di Confagricoltura Nazionale, che parlerà di “Agricoltura e zootecnia: tra competitività e sviluppo sostenibile”, prima della tavola rotonda, moderata dal direttore de “La Gazzetta di Modena” Enrico Grazioli, con il ministro Galletti, il consulente CRPA spa Giuseppe Bonazzi e i presidenti Guidi e Bergamaschi, alla quale saranno affidate anche le conclusioni.

 

“Stiamo vivendo in un’epoca – spiega la presidente Bergamaschi –, in cui l’ambiente è uno dei principali valori da rispettare. Gli allevamenti intensivi sono i più controllati dalle Autorità, come ARPA ed USL, e devono sottostare al severo regime dell’Autorizzazione Integrata Ambientale. La maggior parte delle altre tipologie di aziende agricole rientra, invece, nel regime dell’Autorizzazione Unica Ambientale, che comporta adempimenti e richieste autorizzative per quanto riguarda scarichi in corsi d’acqua, utilizzazione di fanghi, gestione dei rifiuti aziendali, nulla osta in merito all’inquinamento acustico ed altro. Con questo convegno, quello conclusivo dell’edizione 2013/2014 delle Giornate Agricole Modenesi, Confagricoltura Modena cercherà di dare una risposta ai tanti quesiti che l’ambiente comporta, un ambiente che dovrebbe essere il primo amico dell’agricoltore, ma che troppo spesso è stato trasformato solo in adempimenti burocratici”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet